10

dic

Sarde a beccafico, una ricetta siciliana dalle origini antiche

Piatto della tradizione gastronomica siciliana, la ricetta delle sarde a beccafico affonda le sue radici in un passato lontano. Sapori e profumi si mescolano fra loro, dando vita ad un piatto unico.

Si tratta di una ricetta che proviene dalle cucine baronali siciliane. Questo piatto deve il suo nome ai “beccafichi”, gli uccelletti con cui veniva preparato originariamente il piatto.
La ricetta è davvero molto semplice.

INGREDIENTI:

  • 1 Kg di sarde
  • qualche foglia di alloro o delle fettine di arancia
  • succo di mezza arancia o di un limone
  • 80 gr di pangrattato
  • 50 gr di uvetta
  • prezzemolo tritato
  • 30 gr pinoli
  • 1 pizzico di zucchero
  • 1 pizzico di sale
  • olio extravergine

PREPARAZIONE

Pulire le sarde, privandole delle interiora, della testa e della lisca, lasciando la coda. Aprire delicatamente, non staccando le due parti.
Fare dorare il pangrattato in padella con un filo d’olio a fuoco dolce. Dopo aver fatto rinvenire in un po’ d’acqua calda l’uvetta, aggiungerla al pan grattato insiemE ai pinoli, al prezzemolo, allo zucchero ed al sale. Mescolare gli ingredienti e disporre il composto all’interno delle sarde. Arrotolare le sarde su se stesse iniziando dalla parte della testa.
Ungere una teglia con dell’olio ed adagiare le sarde arrotolate vicine tra loro, mettendo tra una sarda e l’altra una foglia d’alloro o una fettina d’arancia.
Cospargere con il composto di pangrattato rimasto ed irrorare con olio, succo d’arancia (o limone) e zucchero.
Infornare a 200° per circa 20-25 minuti. Servire tiepide o fredde.

Di adminpalermoinn|News|0 comment

Leave a Comment