13

nov

A Palazzo Bonocore una mostra di presepi artigianali

Un viaggio nel tempo attraverso alcuni tra i più originali esempi di arte presepiale di Sicilia. A Palazzo Bonocore sarà visitabile sino alla fine del mese di gennaio 2016 la mostra “Nativitas”.

Si tratta di un percorso di scoperta che prende le mosse dai preziosissimi presepi in corallo di Platimiro Fiorenza, l’ultimo dei corallari di Trapani, “tesoro umano vivente” iscritto al Registro delle Eredità Immateriali di Sicilia (REIS); e prosegue con i paesaggi e figure semoventi in legno, tufo, tela e colla di Giacomo Randazzo (iscritto nel Libro delle Espressioni del REIS), i personaggi in argilla e stoffa minuziosamente curati da Angela Tripi, i bambinelli in ceroplastica di Italo Giannola, la collezione ottocentesca di presepi di Antonino Indovina, raccolta da Michele Lo Presti, i presepi in corde marinare e gomene di Agostino Prestigiacomo, fino ad arrivare alle reinterpretazioni contemporanee dell’arte del presepe di Adriano Ferrante con i suoi angeli in stucco finemente raffigurati in un’ottica contemporanea. Accanto ai presepi sono esposti abiti d’epoca della preziosa collezione di Raffaello Piraino, tra cui un abito da mattino del 1840, appartenuto proprio ai Bonocore.

Saperi e tecniche originali vengono applicate al corallo, alle sculture miste al legno tela e colla, agli argenti sbalzati, alla corda, alla ceroplastica e allo stucco, e ancora alla cartapesta e tessuti, tutti materiali sapientemente lavorati da artisti contemporanei. Sette artisti, custodi di tecniche e pratiche dell’artigianato o, come ricorda il Vasari, delle “arti congeneri” più comunemente definite arti decorative: tutti contribuiscono a conservare la memoria di un esemplare patrimonio presepiale come quello siciliano. Palazzo Bonocore diventa così un luogo in cui tradizione e contemporaneità, materiale e immateriale, spazio e tempo si intrecciano.

Di adminpalermoinn|News|0 comment

Leave a Comment